Terremoti in Italia nell'ultima settimana

Elenco dei terremoti che si sono verificati nell'ultima settimana. I dati sono forniti dall'Istituto di Geofisica Vulcanica INGV.

Nell'ultima settimana sono stati rilevati 269 terremoti in Italia.
Legenda: cos'è la magnitudo?
Intensità Dove
19/12/2018 ore 06:02 1.6 ML Accumoli (RI)
19/12/2018 ore 03:52 2.0 ML Scoppito (AQ)
19/12/2018 ore 03:32 1.4 ML Amatrice (RI)
19/12/2018 ore 01:50 1.8 ML Barete (AQ)
18/12/2018 ore 22:57 1.8 ML Pavullo nel Frignano (MO)
18/12/2018 ore 22:07 1.3 ML Posta (RI)
18/12/2018 ore 21:45 1.6 ML Ussita (MC)
18/12/2018 ore 21:17 1.5 ML Castelsantangelo sul Nera (MC)
18/12/2018 ore 20:58 1.0 ML Serravalle di Chienti (MC)
18/12/2018 ore 20:55 1.1 ML Pietralunga (PG)
Pagina 1 di 27

Magnitudo locale o Scala Richter (ML)

La magnitudo locale è in genere l'unità di misura per valutare l'intensità di una scossa sismica. La misura si esprime calcolando il logaritmo decimale del rapporto fra l'ampiezza registrata dal pendolo torsionale Wood-Anderson e una ampiezza di riferimento.
La scala Richter è molto conosciuta e fa riferimento al metodo formalizzato dal geofisico statunitense Charles Richter nel 1935.

Magnitudo di Durata (MD)

Tale unità di misura è stata introdotta nel 1972 per la misurazione di terremoti molto lievi, per i quali non ha senso utilizzare la più convenzionale misurazione su mase Scala Richter (magnitudo locale). Il valore è in questo caso associabile alla durata della scossa sismica, per cui a valori più alti corrisponsono scosse di maggiore durata.
Questo tipo di misurazione è adottato dalla Protezione Civile dal 1980.

Magnitudo momento (Mm)

Questa scala è espressa sulla base del momento sismico del terremoto, vale a dire il valore ottenuto dal prodotto della rigidità della Terra con il momento medio di spostamento della faglia e la dimensione dell'area dislocata.

Magnitudo di volume (mb)

La magnitudo volume si misura sulla base delle onde di volume generate. La lettera B sta per body waves, ovvero onde di volume. Tale scala viene utilizzata per stimare l’ampiezza della scossa sismica sulla base delle onde di volume.

Magnitudo superficiale (ms)

Analogamente alle onde di volume, è possibile misurare una scossa sismica sulla base delle onde superficiali di Rayleigh che vengono prodotte sugli strati piè alti della crosta terrestre.

© Comuni e Città 2018