comuniecitta

Ultimi terremoti di ieri in Italia

Benvenuti nella pagina dedicata ai terremoti di ieri in italia, se avete sentito un terremoto oppure volete avere notizie più dettagliate su un terremoto già accaduto consultate la lista degli ultimi terremoti riportata qua di seguito.

Intensità Dove
00:54 1.6 ML Amatrice (RI)
00:46 2.0 ML Capitignano (AQ)
00:43 1.9 ML Campotosto (AQ)
00:42 1.7 ML Capitignano (AQ)
00:39 1.8 ML Amatrice (RI)
00:27 1.6 ML Visso (MC)
00:24 1.9 ML Amatrice (RI)
00:19 1.9 ML Amatrice (RI)
00:18 1.5 ML Amatrice (RI)
00:17 1.5 ML Amatrice (RI)
00:11 1.5 ML Campotosto (AQ)
00:08 2.5 ML Amatrice (RI)
00:05 1.9 ML Fiordimonte (MC)
23:57 2.2 ML Amatrice (RI)
23:56 1.2 ML Norcia (PG)
23:52 2.3 ML Santo Stefano di Camastra (ME)
23:42 1.6 ML Campotosto (AQ)
23:41 1.1 ML Preci (PG)
23:40 1.5 ML Ussita (MC)
Mostra tutti

Una scossa di terremoto può avere effetti lievi o devastanti a seconda della sua intensità e profondità, il valore che identifica l'intensità di un terremoto è il Magnitudo (Mm), ma prima di tutto andiamo a capire che cos'è un terremoto. Consigliamo di leggere intanto la definizione esatta qui.


Che cos'è un terremoto?

Il terremoto è un fenomeno naturale che si manifesta con un improvvisa, rapida vibrazione del suolo causata dal rilascio di una grande quantità di energia accumulata nel sottosuolo.

Cosa fare in caso di terremoto:

  • Se sei in luogo chiuso cerca riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli più spessi) o sotto una trave.
  • Riparati sotto un tavolo.
  • Non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore.
  • Se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge.
  • Se sei all’aperto, allontanati da costruzioni e linee elettriche.
  • Rimani lontano da impianti industriali e linee elettriche.
  • Sta lontano dai bordi dei laghi e dalle spiagge marine.
  • Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale.
  • Evita di usare il telefono e l’automobile.

Dopo un terremoto

  • Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi
  • Prima di uscire chiudi gas, acqua e luce e indossa le scarpe. Uscendo, evita l’ascensore e fai attenzione alle scale, che potrebbero essere danneggiate. Una volta fuori, mantieni un atteggiamento prudente
  • Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato
  • Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono. Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.
  • Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di emergenza comunale

Magnitudo locale o Scala Richter (ML)

La magnitudo locale è in genere l'unità di misura per valutare l'intensità di una scossa sismica. La misura si esprime calcolando il logaritmo decimale del rapporto fra l'ampiezza registrata dal pendolo torsionale Wood-Anderson e una ampiezza di riferimento.
La scala Richter è molto conosciuta e fa riferimento al metodo formalizzato dal geofisico statunitense Charles Richter nel 1935.

Magnitudo di Durata (MD)

Tale unità di misura è stata introdotta nel 1972 per la misurazione di terremoti molto lievi, per i quali non ha senso utilizzare la più convenzionale misurazione su mase Scala Richter (magnitudo locale). Il valore è in questo caso associabile alla durata della scossa sismica, per cui a valori più alti corrisponsono scosse di maggiore durata.
Questo tipo di misurazione è adottato dalla Protezione Civile dal 1980.

Magnitudo momento (Mm)

Questa scala è espressa sulla base del momento sismico del terremoto, vale a dire il valore ottenuto dal prodotto della rigidità della Terra con il momento medio di spostamento della faglia e la dimensione dell'area dislocata.

Magnitudo di volume (mb)

La magnitudo volume si misura sulla base delle onde di volume generate. La lettera B sta per body waves, ovvero onde di volume. Tale scala viene utilizzata per stimare l’ampiezza della scossa sismica sulla base delle onde di volume.

Magnitudo superficiale (ms)

Analogamente alle onde di volume, è possibile misurare una scossa sismica sulla base delle onde superficiali di Rayleigh che vengono prodotte sugli strati piè alti della crosta terrestre.